VACCINO: NEL 40% DEI CASI ALTERATO IL CICLO MESTRUALE

da | Lug 17, 2022 | Home, Studi Scientifici Vaccini

🗞 Il Fatto Quotidiano • 17 LUGLIO 2022

⚠️ “Uno studio su oltre 35 mila donne ha rilevato che “nel 42,1% dei casi è stato registrato un flusso mestruale più intenso dopo la vaccinazione”, spiegano su Science Advances Kathryn Clancy, dell’Università dell’Illinois Urbana-Champaign, e Katharine Lee, dell’Università di Tulane. “Alcune donne hanno sperimentato questo effetto nei primi 7 giorni” successivi all’iniezione, “ma molte altre hanno osservato alterazioni dopo 8-14 giorni”. L’analisi ha incluso solo donne senza una precedente diagnosi di Covid-19, né sono stati presi in considerazione i dati di chi aveva tra i 45 e 55 anni, per evitare fattori confondenti legati alla perimenopausa tipicamente caratterizzata da alterazioni mestruali. “Ci siamo concentrate su chi aveva regolarmente le mestruazioni”.

⚠️ “Ma un piccolo gruppo, fuori da questi parametri, è stato analizzato comunque e i dati sono stati pubblicati ieri su Science. Si tratta di un sotto-gruppo di 673 donne, in post-menopausa: in questo caso il 66% ha riportato sanguinamento.”

🇮🇹 “Anche in Italia è stata fatta una ricerca analoga: lo studio è stato pubblicato a marzo […]. I ricercatori hanno analizzato 164 casi, e registrato alterazioni del ciclo mestruale tra il 50 e il 60% delle partecipanti, dopo la prima dose, e tra il 60 e il 70% dopo la seconda dose. L’età media era 35 anni. A distanza di due mesi dalla vaccinazione, circa la metà delle donne aveva avuto una risoluzione dell’alte razione, mentre nella restante metà persisteva oltre i 60 giorni.”

📚 Unisciti a STUDI SCIENTIFICI